Nell’ambito della Biennale del Disegno di Rimini, domenica 29 maggio alle ore 15.30, alla Sala del Giudizio del Museo della Città di Rimini, prende il via la giornata di studi “FF: Fellini e Fornasetti, temi e variazioni”. L’evento a cura del giornalista Gianluca Lo Vetro sarà introdotto dall’assessore alla cultura del Comune, Massimo Pulini con una riflessione su Claude Mellan. In cattedra Barnaba Fornasetti, erede di Piero Fornasetti.

Gli appuntamenti

La giornata prevede due momenti+1:

1) “FF: Fellini e Fornasetti, temi e variazioni”. Grafica cinemato- grafica
Lesson multimediale con Barnaba Fornasetti a cura di Gianluca Lo Vetro. Introduce l’assessore Massimo Pulini con riflessione su Claude Mellan. Interviene Daniela Lorenzi, stampatrice del volume “Tema e Variazioni. The first series 1-100″.

(Ore 15,30. Sala del Giudizio del Museo della Città. Evento aperto al pubblico).
Per la prima volta il genio grafico di Fornasetti e quello cinemato-grafico di Fellini verranno confrontati, mettendo in luce le numerose e sorprendenti affinità tra questi due talenti. Non a caso, Fornasetti è stato più volte definito “il Fellini della grafica”. Si dice addirittura che l’uovo col volto del regista nel film “La città delle donne”, sia una creazione di Fornasetti… Di certo i due artisti hanno condiviso una passione per l’immaginario erotico al centro della mostra “Federico Fellini, disegni erotici” sempre nella cornice della Biennale. Durante l’incontro verrà analizzato anche questo aspetto.

2) Art display: presentazione del volume Fornasetti “Tema e variazioni” unitamente a “Il libro dei sogni” di Fellini

Presentazione guidata da Barnaba Fornasetti del volume fresco di stampa Fornasetti “Tema e variazioni. The first series 1-100″: 100 calcografie del volto di Lina Cavalieri in 100 copie limited edition. (12000 euro). (Ore 17 circa. Sala Fellini del Museo della Città. Aperto al pubblico).

L’opera (vedi scheda allegata) sarà esposta nella Sala Fellini sino al 10 luglio, a fianco de “Il libro dei sogni” di Federico Fellini e a una selezione dei disegni erotici del regista. Completano l’art dispaly, 4 teche con foto, studi e schizzi di “Tema e variazioni. The first series 1-100″ Fornasettiane. (Vedi elenco delle opere allegato).

3) FFF: Fellini, Fornasetti & Food
Al termine della giornata, dinner fornasettiano (solo su invito), al tipico ristorante romagnolo “La Saraghina”. Anche questo momento conviviale sarà un’opportunità di confronto tra Fellini e Fornasetti sul tema del cibo che è stato fonte d’ispirazione per le arti di entrambi, in largo anticipo sui tempi. Se è nota la passione di Federico per la cucina, sono invece una rarità i piatti in cui Fornasetti stampò tipiche ricette regionali sotto l’insegna “Specialità regionali” che preludeva l’attenzione alle eccellenze culinarie locali del glocalismo contemporaneo. Alcune di queste verranno servite al dinner in una mise en place immaginifica.