Mercoledì 22 Aprile, Martina Colombari ha tenuto una lezione speciale al Polo di Rimini dell’Università di Bologna, Alma Mater Studiorum, Scuola di Lettere e Beni Culturali. L’incontro intitolato Da Riccione ad Haiti le infinite vie di Martina si è svolto nel corso di Attualità della Moda tenuta dal docente e giornalista Gianluca Lo Vetro in cattedra con la Miss Italia ‘91.

Nata a Riccione nel ’75 e prossima a compiere 40 anni, Martina ha ripercorso la sua carriera in un excursus interdisciplinare attraverso 4 decenni di moda, costume e società. Oltre al ruolo di top model per i più grandi stilisti, da Armani a Versace, Colombari ha illustrato la sua passione per la fotografia che nel 2010 si è espressa nella mostra di autoscatti Martina_invisibile allo Spazio Forma su progetto di Settimio Benedusi. Ampio spazio è stato dedicato al suo impegno con la Fondazione Rava  nel sostegno dell’infanzia disagiata, nella quale ha coinvolto tra gli altri, il fotografo Stefano Guindani. In particolare sul fronte di Haiti. “Martina Colombari che agli esordi chiamavano “Colombina” per la sua tenera bellezza -ha teorizzato Gianluca Lo Vetro- è forse l’ultima Miss d’Italia che ha saputo valorizzare al meglio il suo titolo, prima dell’avvento dei talent che avrebbero mutato il senso di questo concorso. Il percorso eclettico di questo personaggio tra moda, arte e impegno sociale è perfettamente in linea con la logica trasversale del corso di Attualità della Moda”. Di seguito, le dichiarazioni più significative della lectio di Martina appena nominata Expo Ambassador.

“Ragazzi, sono una di voi che ha avuto la fortuna di fare il lavoro che le piace”.

“A Roma e Milano ho gli amici, a Riccione la famiglia, gli strozzapreti della nonna, la spiaggia e la piada”.