1° DAY

DSQUARED2: “COS’E’?”
I gemelli Dsquared2 vivono a Londra e per la loro collezione si sono ispirati al glam street della capitale anglosassone. Pertinente, chiedere loro: “cosa ne pensate del Brexit?”. Risposta: “Cos’è? Noi siamo fashion”. Uno status che spesso è sinonimo di astrazione totale dalla realtà. Torna alla mente Valentino Garavani che al quesito: “Cosa significa per lei il ’68?”, replicò: “la mia collezione bianca”.


2° DAY
DONATELLA VERSACE: MESI FA… NEL‘95
Donatella Versace dichiara che alcuni brani della colonna sonora composta da Prince, le sono stati dedicati dal cantante pochi mesi prima che morisse. “Non hanno titoli”, dicono dalla maison. E’ noto invece che la canzone “Versace experience” nella quale riecheggia il nome della griffe, fu composta dal folletto di Minneapolis nel 1995 per una sfilata di alta moda del brand a Parigi. Quando c’era ancora Gianni…

3° DAY

SCERVINO: GATTI SOVRANI
Tra splendide giacche di gobelin con rifiniture interne di denim, Ermanno Scervino presenta maglie con gli occhi di gatto. “Lisciata” al felino che va per la maggiore. Ma no: lo stilista li adora da sempre, come gli animali in genere. “Un tempo – spiega il suo socio Toni Scervino – erano randagini che stavano a distanza. Ora, dopo averli adottati, sono sempre sulle nostre poltrone, sovrani della casa”.

EMPORIO ARMANI: IDENTITÀ CONFUSE. ARMANI-ETRO
Nessuno ha mai messo in dubbio l’onestà intellettuale di Armani. L’ultima riprova è che nella collezione Giorgio abbia stampato mattonelle cubane, ma – parola dello stilista – non abbia citato la fonte perchè nel frattempo Chanel aveva già sfilato a L’Havana. Ma allora nessuno gli ha fatto venire in mente che l’impronta digitale distintiva dell’identity dell’Emporio era già stata fatta da Kean Etro seppur in versione concettuale alla maniera di Manzoni, sul guscio di un uovo?


4° DAY

ETRO: MODELLI A KM ZERO (E A COSTO) ZERO
Il figlio, artisti vari, creativi, un cane: per la sua sfilata, Kean Etro ha arruolato modelli non professionisti di tutte le età e di tutte le professioni. Il reality cast andava molto di moda negli anni ’90. (Chi vi scrive sfilò per Chara Boni). Lo stesso Etro fece qualcosa di simile. Ma per le nuove generazioni è una novità. E poi Kean ha attualizzato l’iniziativa ribattezzandola: “modelli a chilometro zero”. Probabilmente anche a costo zero. E qui sta la vera modernità.

NUDI BIOLLIONAIRE SOLO SU QN
Solo QN ha dato risalto alla provocazione dello show di Billionaire couture che ha presentato nudi integrali e depilati, femminili e maschili. Forse non fanno più notizia o forse a quell’ora le pagine di moda erano già impostate. Fatto sta che, caricata sul sito della testata Quotidiano.net, la notizia con relative foto censurate, è stata la più letta del giorno, come da hit parade pubblicata.

TRUSSARDI: A BOCCA ASCIUTTA
Chi è andato all’evento di Trussardi nel cortile di Brera dalle 18 alle 21, ora aperitivo, è rimasto a bocca asciutta. Neanche un bicchiere d’acqua contro il caldo della giornata. In compenso, tanta cultura e non poche emozioni negli allestimenti con modelli che recitano allo specchio, interagendo con “il narciso” che è in tutti noi e con noi stessi.

5° DAY.

GIORGIO ARMANI: ANCHE IL RE SI AUTOCRITICA
Armani prende atto: “le cose che ho inserito nell’Emporio per far piacere ai miei assistenti, nonostante non mi piacessero, sono andate bene. Alla fine hanno avuto ragione loro. Forse il mondo è diverso da come lo immagino io”. Autocritica doppiamente lodevole per un re.